Alla faccia dell'interfaccia: Scala a Tratti

Platone definiva l’essere umano come “Bipede implume dotato di anima“: aveva sicuramente in mente i Tratti Scala, nella sua lungimiranza. I tratti, analoghi alle interfacce Java, offrono in più la possibilità di centralizzare codice, maggiore flessibilità associata a un migliore controllo. Non ci credete? Leggiamo insieme questo post!

Stairway to the stars (Guida introduttiva a Scala)

In questo post presentiamo una overview di Scala, linguaggio di programmazione Object Oriented e strongly typed, ma funzionale e molto potente che è completamente compatibile col bytecode Java. Quest’ultimo sta per compiere ormai vent’anni: forse è già nato il linguaggio che può offrirci ancora di più? Scopriamolo assieme, attraverso un confronto ragionato tra i due linguaggi e con l’ausilio di alcuni snippet di codice.

Java 8 e Docker: conosciamone i limiti

Lo sviluppo lato backend negli ultimi anni è cambiato radicalmente per chi si è lasciato affascinare e coinvolgere da Docker e tutto quello che gli ruota intorno. Per molti, me in primis, ha semplificato notevolmente non solo la modalità di accesso e interazione con i sistemi attorno all’applicazione che stiamo sviluppando, come il database o il broker di code, ma soprattutto ha permesso di rendere più semplici e finalmente alla portata la scrittura e il mantenimento di test di integrazione (come avevamo già avuto modo di vedere).

Microservizi in Java con Spring Boot e Spring Cloud

Negli ultimi anni non si sente altro che parlare di microservizi: se fai microservizi sei cool, altrimenti sei vecchio. Il salto da una applicazione monolitica ad una costellazione di piccole applicazioni però può essere più doloroso di quanto si pensi se non si hanno strumenti in grado di supportare le problematiche introdotte dai sistemi distribuiti.
Spring è sempre stato una garanzia e non sorprende se oggi come oggi Spring Cloud si sia ritagliato nel giro di poco tempo il ruolo di framework leader quando si pensa ai microservizi nel mondo Java.