JBoss e Web Services SOAP? Ci pensa JBossWS!

Un po’ come il dilemma shakespeariano, la scelta del tipo di servizio web attanaglia la vita di un architetto software: “REST o SOAP”? A discapito della letteratura, il dilemma sembra risolto a favore di REST, vuoi un po’ per moda, un po’ perché effettivamente è più facile da gestire e sfrutta appieno le tecnologie esistenti, senza aggiungere strati di XML su HTTP come fa SOAP. In effetti, SOAP è un protocollo sul protocollo, mentre REST sfrutta totalmente HTTP e i suoi verbi. In due post precedenti abbiamo già visto come sia facile creare e consumare servizi SOAP per Tomcat. Quando però passiamo da Tomcat ad un Application Server (AS) Java EE 6 compliant, abbiamo la possibilità di scrivere servizi sia REST che SOAP con qualche semplice annotazione, grazie alle specifiche JAX-WS e JAX-RS implementate nativamente da questi AS. Prendiamo JBoss 6 per esempio e vediamo effettivamente quanto è semplice realizzarli.

EJB 3.1 Timer Services: cosa bolle di nuovo in pentola?

Se EJB 3 è stata una rivoluzione, si può dire che EJB 3.1 è una ben accetta evoluzione. Anche se ancora non abbiamo mai affrontato l’argomento in modo analitico, in altre occasioni avevamo già sottolineato che la nuova specifica EJB 3.1 tende ad una ulteriore semplificazione della piattaforma enterprise, introducendo miglioramenti che vengono incontro alla già difficile vita di noi sviluppatori…

Tra le varie cose, anche i Timer Services hanno subito qualche miglioramento atteso rispetto alla versione 3.0, di cui avevamo già avuto modo di imparare in un post precedente. Vediamo di che si tratta.

WebSphere 7.0 e Cache Distribuita: l’alter ego di EJB 3.1 @Singleton ?

La piattaforma Java EE 6 ha introdotto notevoli salti di qualità per quanto riguarda lo strato di persistenza e quello web. Siamo passati infatti da JPA 1.0 e JSF 1.2 direttamente a JPA 2.0 e JSF 2.0. Per quanto riguarda lo strato di logica di business invece abbiamo avuto un piccolo incremento di sottoversione (3.0 -> 3.1), d’altro canto il grande salto era già stato fatto dalla Java EE 5 in questo senso. EJB 3.1 ci riserva però una piacevole sorpresa, ovvero un nuovo tipo di EJB chiamato Singleton, di cui abbiamo già parlato in un post precedente. Per chi però lavora con WebSphere 7.0 (WAS) ancora non può accedere ad un bean di questo tipo, ma può girare intorno al problema sfruttando in modo opportuno la Cache Distribuita che l’Application Server mette a disposizione. Vediamo di che si tratta.

EJB3 Message Driven Bean con JMS: Request/Reply Pattern con JBoss – Parte II

Riprendiamo e concludiamo il filone dei Message Driven Bean (MDB) che avevamo iniziato in due post precedenti: in uno più teorico, avevamo descritto la struttra asincrona dei MDB che ricevono e inviano messaggi JMS, con riferimento a qualche pattern architetturale; nel secondo avevamo invece messo mano al codice, in particolare su come implementare il Request/Reply pattern basato sul Correlation ID. Come promesso, vediamo adesso cosa bisogna fare per implementare invece il pattern basato su Message ID.

EJB3 Message Driven Bean con JMS: Request/Reply Pattern con JBoss – Parte I

In un post precedente abbiamo introdotto un po’ di teoria che sta dietro ai Message Driven Bean (MDB): è importante conoscere l’architettura su cui si basano questi strumenti perché è molto diversa dai componenti sincroni con cui siamo soliti lavorare (leggi Session Beans). La teoria è importante perché ci permette di capire cosa accade dietro le quinte (e soprattutto perché si scrive un certo codice), ma se non vediamo come si mette in pratica serve a ben poco!

4 Facce in padella – oggi ancora più Ricche (Getting started with JBoss RichFaces 4.x)

Il progetto JBoss RichFaces è un framework di componenti UI evoluti basati sulla specifica JavaServer Faces (JSF) e arricchiti di funzionalità Ajax avanzate. Il 29 Marzo è uscita la attesa nuova versione, JBoss RichFaces 4.0, che introduce il pieno supporto alla specifica 2.0 delle JSF oltre a molte novità interessanti, tra cui la validazione lato client. In questo semplice tutorial vediamo assieme come creare un Hello World con JBoss RichFaces 4.x su JBoss AS 6 ed Eclipse.