JBoss 7 ed EclipseLink 2: una coppia quasi perfetta – Parte I (a.k.a. weaving statico con Ant)

Gli Application Server (AS) basati sulle specifiche Java EE ci permettono spostare una applicazione da uno all’altro senza problemi, e allo stesso tempo ci mettono in condizione di essere in grado di lavorare indistintamente con uno o l’altro AS… questo almeno in teoria! In pratica invece ci scontriamo con tutte le configurazioni specifiche di ogni AS, nonché con deployment descriptors proprietari che variano da server a server. Di solito quindi, una volta scelto l’AS su cui lavorare, è bene affidarsi a tutte le implementazioni delle specifiche che esso porta con se, per avere meno problemi possibile. Prendiamo per esempio JBoss 7, che come implementazione di JPA ha Hibernate. Finché usiamo questa implementazione della specifica JPA, funziona tutto correttamente: se però abbiamo bisogno di passare per esempio ad EclipseLink, perché magari preferiamo qualche sua caratteristica peculiare, dobbiamo armarci di pazienza e rimboccarci le maniche!...
Continue reading...

Maven, sveliamo un POM di segreti

Nei precedenti articoli su Maven (Organizziamoci con Maven – Parte I e Parte II), abbiamo visto le nozioni fondamentali del file POM. In questo articolo vedremo una panoramica di elementi avanzati del POM, fra quelli ritenuti più significativi e rilevanti per la maggior parte dei progetti....
Continue reading...

L’alternativa a Java EE: come implementare lo stack JSF+Spring+Hibernate con Java SE e Tomcat – Parte II

Nella prima parte di questo post abbiamo presentato una configurazione alternativa e ben collaudata all’architettura Java Enterprise, senza però rinunciare ad alcune delle sue peculiarità. Una volta configurato l’ambiente come descritto nel primo post, vedremo adesso come è possibile integrare e far interagire a runtime in modo molto semplice JSF 2, Spring 3 e Hibernate 3.5....
Continue reading...

L’alternativa a Java EE: come implementare lo stack JSF+Spring+Hibernate con Java SE e Tomcat – Parte I

La specifica Java EE 5 ha fatto grandi passi avanti rispetto alla versione precedente: adesso anche per noi comuni mortali è possibile usare gli Enterprise Java Beans (EJB) senza perdersi nella giungla di interfacce da implementare. Per poter usare questi strumenti potenti abbiamo però bisogno di una infrastruttura altrettanto potente, ovvero un Application Server (come JBoss, Glassfish o WebSphere) che implementa la specifica Java Enterprise. A seconda dei progetti, capita a volte di percepire questi strumenti come dei veri e propri “carrozzoni”, come se si volesse per forza usare un bazooka per schiacciare una formica. Abbiamo davvero bisogno sempre e comunque di un bazooka? Se il nostro target è la formica forse il gioco non vale la candela. In questo post vedremo come prendere in prestito quel che veramente ci serve del mondo Enterprise e riportarlo in un contesto più agile grazie al buon vecchio Tomcat....
Continue reading...

Hello World in Java con Eclipse

Inauguriamo con il post di oggi una serie di mini tutorial video, chiamati VideoNonJavisti. L’idea è di utilizzare il formato multimediale per gli how-to più operativi e pratici, perché più diretto e meno noioso. Cominciamo con un tutorial base: realizzare un “Hello World” in Java utilizzando l’ide di sviluppo Eclipse....
Continue reading...