AOP fai da te? No CGLIB? Haihaihaihai…

La Programmazione Orientata agli Aspetti (AOP) per alcuni è considerata il fallimento della programmazione ad oggetti perché destruttura l’architettura con cui sono collegati gli oggetti. Per altri invece è un toccasana e viene vissuta come un potenziamento della programmazione ad oggetti stessa perché permette di incapsulare certi comportamenti (aspetti, appunto) che sono trasversali al flusso di programmazione/elaborazione modellato nel grafo di oggetti che rappresenta un dominio. In questo post cercheremo di far capire cosa significa programmare ad aspetti, implementando i concetti dell’AOP nel nostro modello ad oggetti in modo semplice e diretto con il solo ausilio di CGLIB, senza scomodare nomi importanti come AspectJ e Spring AOP....
Continue reading...